Gli avvoltoi fulvo e avvoltoi monaco del verdon

Vicino a Sublime Point o sin dai primi avvocati della Route des Crètes http://www.notreprovence.fr/provence_verdon_la-route-des-cretes.php, è quasi impossibile non vedere gli avvoltoi volanti nel cielo. Infatti, essendo scomparso nel diciannovesimo secolo nel verdon, è l’associazione Vautours in Haute Provence a lanciare nel 1993 un progetto di reintroduzione degli avvoltoi, installandone alcuni in una voliera sopra il villaggio di Rougon.

L’avvoltoio Fulvo https://en.wikipedia.org/wiki/Vautour_fauve
Con un’apertura alare che va da 240 cm a 280 cm per una lunghezza da 95 a 105 cm, ha ali lunghe e una piccola testa biancastra. È il primo avvoltoio ad essere utilizzato su una carogna, si nutre di sedie morbide (muscoli e visceri). Il suo lungo colpo che viene usato per introdurre la testa all’interno della carcassa è coperto di piuma perché il sangue essiccato viene pulito meglio su questo supporto che sulle piume o anche sulla pelle nuda. I primi avvoltoi sono stati rilasciati il ​​16 ottobre 1999. Tra il 1999 e il 2005 sono stati liberati 99 avvoltoi a Rougon.

L’avvoltoio Monaco https://en.wikipedia.org/wiki/Vautour_moine
Il programma di reintroduzione ha visto un’evoluzione dal 2005 con l’arrivo del Vulture Monk. Undici esemplari erano liberi. Volano dal Mercantour fino alle Barronie, tuttavia, una coppia ora razze nel verdone. Con un’apertura alare di 250 – 295 cm e una lunghezza da 100 a 110 cm, è il più grande dei rapaci europei. I giovani hanno il piumaggio nero mentre gli adulti hanno il piumaggio marrone. La sua testa ha un potente becco che gli permette di essere interessato a sedie più dure come tendini, pelle, legamenti, cartilagini …

L’avvoltoio egiziano https://en.wikipedia.org/wiki/Percnopt%C3%A8re
Chiamato anche “avvoltoio d’Egitto”, è un rapace migratore. Non è stato reintrodotto nel verdone, ma sfrutta irregolarmente alcune fosse comuni nella regione. Questo avvoltoio si nutre principalmente di animali morti ma è anche conosciuto per mangiare uova che rompono con i ciottoli, quindi usa uno strumento. Un’apertura alare di 165 a 170 cm e una lunghezza di 56 a 75 cm, ha ali lunghe e rettangolari e una testa stretta. Il piumaggio del giovane è marrone cioccolato mentre quello degli adulti è bianco e nero.

Il gipeto https://en.wikipedia.org/wiki/Gypa%C3%A8te_barbu
È un frantoio che li butta da altezze prima di andare a nutrirsi a terra. Può raggiungere un’apertura alare di 275 cm, questo avvoltoio è raramente osservato nel verdone. Si trova nella valle dell’Ubaye Superiore o nel Parco Nazionale del Mercantour.

verdonxp.com